Panoramica sullo sviluppo dell'industria degli animali domestici in Giappone

Panoramica sullo sviluppo dell'industria degli animali domestici in Giappone

La storia dell'industria degli animali domestici in Giappone

La cultura degli animali domestici giapponese ha una lunga storia e il consumo di animali domestici è aumentato dopo la seconda guerra mondiale.

Con l'aumento del numero di proprietari di animali domestici, le leggi del settore sono gradualmente emerse, le norme del settore sono state gradualmente migliorate e la ricchezza di prodotti e servizi relativi agli animali domestici è aumentata notevolmente. Lo sviluppo dell'industria degli animali domestici giapponese dopo la seconda guerra mondiale è diviso in tre periodi:

Iniziare (prima degli anni '1970 e '1980),

Periodo di crescita (dagli anni '1970 e '1980 al 21° secolo)

Periodo maturo (dal XXI secolo ad oggi).

1. La fase iniziale: le associazioni di settore sono nate una ad una, leggi e regolamenti tutelano i proprietari di animali e gli animali da compagnia

L'origine della cultura degli animali domestici giapponese è di vasta portata. L'origine dei gatti giapponesi è legata alla Cina. Durante la dinastia Tang (intorno al VI secolo d.C.), i gatti furono portati per la prima volta in Giappone da mercanti e monaci giapponesi; tra l'VIII e il XII secolo i gatti divennero animali domestici della classe nobile a causa della scarsità di specie esotiche.

L'imperatore del Giappone Uta era il rappresentante dei primi “schiavi del gatto.” Dagli anni '1980, i gatti sono apparsi in un gran numero di immagini di cartoni animati come "ciao gattino", Doraemon e Totoro in animazione, film e televisione giapponesi e opere letterarie che rappresentano la cultura giapponese.

Agli albori della cultura giapponese, i cani agivano più come servitori umani, assistendo nella caccia, sorvegliando la casa e proteggendo il governo.

Con la formazione della consapevolezza di tenere animali domestici, le caratteristiche leali e carine dei cani attirano più persone a scegliere di tenere i cani. I cani sono diventati una delle scelte principali nel mercato degli animali domestici giapponese e il numero di proprietari di cani e il numero di cani da compagnia continua a crescere.

Le associazioni e le leggi e i regolamenti del settore degli animali domestici con personalità giuridica sono diventate la base per lo sviluppo e la gestione dell'industria degli animali domestici.

Nel 1948, il Giappone istituì per la prima volta l'Associazione giapponese per la protezione degli animali e istituì altre tre associazioni correlate. Queste associazioni hanno svolto un ruolo attivo nella regolamentazione e nello sviluppo del settore. Il lavoro ei risultati delle associazioni di settore hanno inoltre contribuito alla governance e al controllo dei pet del governo successivo.

Nel 1973, il Giappone ha emanato la "Legge sulla protezione e la gestione degli animali", che protegge e gestisce gli animali non selvatici.

Da allora, seguendo la legge, sono stati formulati molti standard per l'allevamento, la protezione e la gestione di cani e gatti, animali da esposizione, animali da esperimento e animali da industria. L'associazione e il governo collaborano per standardizzare continuamente il primo sistema giapponese di controllo degli animali domestici per garantire la protezione degli animali domestici e proteggere i diritti legali dei proprietari di animali domestici, dei proprietari di animali domestici, degli animali domestici e degli animali randagi.

猫们站在一起 描述已自动生成

2. Periodo di sviluppo: la rapida crescita del numero di animali domestici promuove la rapida crescita delle industrie correlate

Il miglioramento della legge ha ulteriormente approfondito il rapporto tra persone e animali domestici. Le persone non trattano più cani e gatti come "animali domestici" ma come parte della famiglia.

Nel 1999, la "Legge sulla protezione e la gestione degli animali" è stata modificata e ribattezzata "Legge sulla cura e la gestione degli animali". Questa legge parte dallo spirito della cura degli animali, rafforza ulteriormente la responsabilità nei confronti dei proprietari di animali e rafforza i compiti e i poteri degli enti amministrativi locali. Iniziare a formulare regolamenti per i professionisti legati agli animali domestici. Nel 2005, per promuovere ulteriormente la protezione degli animali, è stata nuovamente rivista la “Legge sulla cura e la gestione degli animali”.

L'industria del pet food, che è necessaria solo per l'allevamento di animali da compagnia, ha inaugurato un periodo di rapida crescita per quasi quattro decenni.

L'industria del pet food è cresciuta rapidamente grazie al progresso dei concetti di allevamento di animali da compagnia. Sempre più famiglie hanno animali domestici in casa.

Kyodo Shiryo ha lanciato il primo cibo per animali domestici del Giappone nel 1960 e ha investito nella costruzione della prima fabbrica di alimenti per animali domestici professionale del Giappone nel 1972. Nel 1978, secondo le statistiche del Associazione giapponese dell'industria alimentare per animali domestici, la scala dei terminali di cibo per animali in Giappone ha raggiunto i 36 miliardi di yen. Nel 1992 ha superato i 280 miliardi di yen. Il tasso di crescita composto del settore ha raggiunto il 15.8%, mentre il tasso di crescita composto del PIL giapponese è stato di circa 6.3 nello stesso periodo. %.

3. Maturità: l'aumento del consumo compensa il calo del numero di animali domestici e la crescita tende a stabilizzarsi

La maturità degli animali domestici giapponesi è caratterizzata da un numero sempre minore di cani e di gatti sempre più caldi.

A causa della recessione economica e dell'aggravarsi dell'invecchiamento, i cani da compagnia sono diminuiti. In confronto, i gatti sono meno colpiti e l'"economia del gatto" sta diventando sempre più popolare. "Economia dei gatti" significa che non importa quanto sia difficile l'economia, l'entusiasmo del pubblico per i gatti e i prodotti correlati è sempre alto. Finché le aziende usano i gatti, possono attirare l'attenzione e trarne beneficio.

La situazione attuale del mercato degli animali da compagnia giapponese

1. Numero di cani e gatti in Giappone

A partire da ottobre 2020, il numero di animali domestici in Giappone ha raggiunto i 18.13 milioni, di cui 8.5 milioni sono cani e 9.6 milioni sono gatti. Il numero di cani e gatti ha superato quello dei bambini di età pari o inferiore a 15 anni (15.3 milioni). Ciò è in parte dovuto all'aumento del numero di nuovi proprietari di animali domestici durante la pandemia di COVID-19.

Nel 2020, le quattro razze di cani più popolari in Giappone erano i cani di piccola taglia, ovvero Toy Poodle (13.1% del numero totale di cani), Chihuahua (12.8%), Shibas (11.8%) e Small Dachshund (11.3%). Dal 2016, queste varietà sono le quattro varietà più popolari. I cani di piccola taglia sono più diffusi in Giappone principalmente a causa dell'invecchiamento della popolazione e dell'aumento delle coppie lavoratrici. Gli stili di vita delle persone sono cambiati. Molte persone non vogliono tenere cani di grossa taglia a causa di cure fastidiose e abbaiare rumorosi.

In termini di gatti, la maggior parte dei gatti che piacciono al Giappone (75.5%) sono ibridi, seguiti dai gatti americani a pelo corto (4.8% del numero totale di gatti) e dai gatti Scottish Fold (3.4%).

A causa del continuo miglioramento delle condizioni mediche degli animali domestici e dell'84.7% dei cani e del 90.4% dei gatti tenuti in casa tutto l'anno, gli animali domestici giapponesi hanno meno probabilità di ammalarsi e vivere più a lungo.

In Giappone, l'aspettativa di vita di un cane è di 14.5 anni e quella di un gatto è di circa 15.5 anni. La crescita di cani e gatti anziani fa sì che i proprietari di animali domestici desiderino mantenere la salute degli animali domestici anziani integrando la nutrizione. Pertanto, l'aumento degli animali da compagnia anziani promuove direttamente la crescita del consumo di cibo per animali di fascia alta. La tendenza all'umanizzazione degli animali da compagnia in Giappone è evidente sullo sfondo del miglioramento del consumo di articoli per animali domestici.

2. La scala dell'industria del cibo per animali in Giappone

Secondo i dati dello Yano Economic Research Institute del Giappone, la dimensione del mercato dell'industria degli animali domestici giapponese ha raggiunto 1.570 miliardi di yen (circa 99.18 miliardi di yuan) nel 2019, con un aumento su base annua dell'1.67%. Tra questi, il mercato del pet food è stato di 425 miliardi di yen (circa 26.8 miliardi di yuan), con un aumento dello 0.71% anno su anno, pari a circa il 27.07% dell'intera industria del pet in Giappone.

Dal punto di vista delle importazioni di alimenti per animali domestici, il Giappone ha importato 263,494 tonnellate di alimenti per animali domestici nel 2019, pari al 44.4% del consumo totale di alimenti per animali domestici del Giappone. Tra questi, la Thailandia è al primo posto nel mercato di importazione di alimenti per animali domestici in Giappone con una quota di mercato del 33%, seguita dagli Stati Uniti con il 16.4% e la Francia al terzo posto con solo il 16%. Insieme, questi tre paesi esportatori hanno rappresentato circa il 65% delle importazioni totali di cibo per animali domestici del Giappone nel 2019. Tuttavia, la preferenza per il cibo per animali domestici di produzione nazionale ha causato un aumento della quota di mercato del cibo per animali domestici di oltre il 50%.

3. Vendite di cibo per animali giapponesi

Nel 2019, le vendite di alimenti per animali domestici giapponesi hanno superato i 3 miliardi di dollari. Si tratta di un aumento del 3.5% rispetto al 2018 ed è il quarto anno consecutivo di crescita delle vendite di pet food. Tra il 2018 e il 2019, le vendite di alimenti per animali domestici sono diminuite di meno dell'1% e sono rimaste a un livello stabile di circa 594,000 tonnellate, indicando che i prezzi dei prodotti alimentari per animali domestici sono aumentati in modo generalizzato.

地上有许多食物 描述已自动生成

Le vendite di cibo secco per cani sono state pari a 176,609 tonnellate, pari al 67.3% delle vendite del mercato degli alimenti per animali domestici nel 2019, in calo del 5.1% rispetto al 2018. Le vendite di cibo per cani secco morbido (21,570 tonnellate) e semi-umido (5,104 tonnellate) sono diminuite del 3.2 % e 1%, rispettivamente, mentre le vendite di cibo umido per cani (34,017 tonnellate) sono aumentate del 4.1%.

In termini di valore, le vendite di cibo secco per cani sono state di 718 milioni di dollari, con un aumento del 5.6% rispetto al 2018. Le vendite di cibo umido per cani sono aumentate dell'8.1% a 207 milioni di dollari. Tra il 2018 e il 2019, anche le vendite di cibo per cani secco morbido e semi-umido sono aumentate rispettivamente a 64 milioni di dollari e 27 milioni di dollari. Nel 2019, le vendite totali di cibo per cani in Giappone hanno raggiunto 1.36 miliardi di dollari USA.

Nel 2019, le vendite di cibo per gatti secco hanno rappresentato il 63.9% del mercato del cibo per gatti a 194,078 tonnellate, in aumento del 2.1% dal 2018. Sebbene il cibo per gatti semi-umido fosse ancora una categoria piccola e nuova nel 2019, solo 33 tonnellate, dal 2018, -il cibo umido per gatti ha raggiunto la crescita più significativa con un tasso di crescita del 365%. Il cibo umido per gatti è aumentato del 2.1% a 106,463 tonnellate.

Dal 2018 al 2019, il valore totale del cibo per gatti giapponese è aumentato del 7.9% a 1.59 miliardi di dollari. Le vendite di tutte le altre categorie di alimenti per gatti sono aumentate nel 2019, ad eccezione degli alimenti per gatti morbidi e secchi, le cui vendite sono diminuite del 33.3% per un totale di circa 200,000 dollari. Le vendite di cibo per gatti semi-umido sono aumentate del 9.795% a circa 900,000 dollari USA, mentre le vendite di cibo per gatti umido sono aumentate dell'8.6% a circa 725 milioni di dollari USA.

L'aumento delle vendite di alimenti per animali domestici semi-umidi e umidi rappresenta uno spostamento globale verso diete umide e prodotti nutrizionali per cani e gatti.

4. Canali e marchi di vendita di alimenti per animali domestici giapponesi

I canali di distribuzione di alimenti per animali domestici più popolari in Giappone sono i grossisti professionali di prodotti per animali domestici. I canali di vendita al dettaglio di alimenti per animali più popolari includono centri di arredamento per la casa, discount, supermercati, farmacie e negozi di animali. Anche l'e-commerce si sta sviluppando costantemente in questo campo. La quota dei canali online è leggermente aumentata, passando dall'11.5% nel 2015 al 13.1% nel 2019.

Per quanto riguarda i marchi di animali domestici giapponesi, i primi cinque giganti giapponesi dell'industria alimentare per animali da compagnia Mars, Unicharm, Colgate, Nestlé e Inaba Price hanno avuto una quota di mercato del 20.1%, 13%, 9%, 7.2%, 4.9%, rispettivamente nel 2019. In passato cinque anni, la quota di mercato dei marchi giapponesi locali Unicharm e Inaba è aumentata di anno in anno, aumentando rispettivamente dell'1.2% e del 2.1%.

Condividi questo post